Imparare a fare la pasta al mattarello? Si può con i nostri corsi

Imparare a fare la pasta al mattarello? Si può con i nostri corsi

Imparare a fare la pasta al mattarello? Si può con i nostri corsi
5 (100%) 6 votes

“Non si è mai strozzato un cane con le tagliatelle”
[Un se mai struzè e che sal taiadeli]
Proverbio Emiliano Romagnolo

Sono da alcuni anni che grazie a trasmissioni televisive, la cucina e gli chef, attori incontrastati del fenomeno, hanno messo in evidenza molte caratteristiche esperienziali del cibo: il gusto, la vista, l‘olfatto e l’interattività del prodotto.

Il cibo diventa uno storytelling fatto di tradizione e innovazione, che deve essere fotografato e mostrato ad amici ed appassionati sui social più disparati come Facebook ed Instagram.

Se è vero che questa spettacolarizzazione ha aperto al mondo della cucina nuovi canali comunicativi, oltre che creare nuovi lavori come il “food blogger”, dall’altra parte rimane comunque un’arte che parte da tradizioni secolari, e che necessita di preparazione, tecnica ed esperienza.

Anche se sembra che gli stessi Chef siano ossessionati dal look del piatto da fotografare, rimane di fatto la prova della degustazione ciò che fa la differenza e che rende un piatto degno di nota!

 

BREVE STORIA DELLA PASTA FRESCA ALL’UOVO

La pasta all’uovo ha origini medioevali ed è un’evoluzione della pasta più antica a base di acqua e farina, di origine araba.
La pasta all’uovo prese piede prevalentemente nel nord-est dell’Italia dove nacquero, specialmente in Emilia-Romagna, botteghe specializzate nella preparazione di pasta all’uovo, ripiena e non, mentre nel resto dell’Italia si diffuse maggiormente la pasta secca, che garantiva anche una maggiore conservazione.

La pasta è considerata dagli italiani l’alimento principe della tradizione, sia al nord che al sud, oltre che essere un elemento di unione e parte integrante della vita.
Se si pensa alle vecchie trattorie antiche, la pasta è sempre stato un piatto presente nel menu, piatti poveri o ricercati adatti alla domenica o alle feste particolari.

A riprova che la pasta è sempre stato elemento distintivo dell’italianità, durante l’emigrazione di massa verso paesi europei e oltre oceano, gli italiani venivano spesso appellati come “mangia pasta”, termine a volte usato anche in maniera dispregiativa.

Lo stesso cinema ha più volte “giocato” attorno alla pasta, come “Roma città aperta”, “Un americano a Roma” o Totò in “Miseria e libertà”.

Alberto_Sordi scena degli spaghetti - Un americano a Roma (1954)
Alberto Sordi in Un americano a Roma(1954)

Per maggiori informazioni sulla storia della pasta puoi consultare wikipedia

 

LA PASTA AI GIORNI NOSTRI

Per parlare di pasta fresca bisogna sempre partire dalla sfoglia, elemento base della pasta fresca che la sfoglina prepara partendo da materie prime come uova e farina.

Chi è la sfoglina? Chiaramente il nome di questa professione deriva dall’elemento principale del loro lavoro:  “sapere fare la sfoglia al mattarello”.

Fare la sfoglia e preparare la pasta fatta in casa era un lavoro che si tramandava da madre in figlia, in quanto era un lavoro prettamente femminile.

Negli ultimi anni, ai corsi di pasta fresca, vediamo un numero crescente di uomini che hanno questa passione. C’è da dire che spesso sono molto bravi, mettono particolare attenzione e scrupolosità, forse un po’ spinti anche dalle innumerevoli trasmissioni televisive di cucina.

La ricerca di un prodotto di alta qualità legato alle tradizioni spinge ultimamente parecchi appassionati a voler imparare la tecnica tradizionale.

 

I NOSTRI CORSI

Noi de “La Pasta di Bologna”, che siamo legati alla tradizione della pasta fatta al mattarello, abbiamo creato corsi di vari livelli.

Dal primo livello base, adatto a persone che si avvicinano alla cucina tradizionale bolognese per la prima volta, fino a corsi avanzati per chi sa già cucinare ma vuole acquisire le tecniche secolari della preparazione tipica al mattarello, dei ripieni e dei ragù.

Per essere un corso di sfoglia originale deve essere tenuto da una sfoglina e soprattutto i “ferri del mestiere” devono essere tagliere e mattarello.

Un corso principianti di circa 3 ore deve poter insegnare ai partecipanti almeno a tirare la sfoglia in maniera corretta ed a portare tutti a preparare i prodotti più semplici come tagliatelle, strichetti e garganelli.

I corsi devono permettere ai partecipanti di poter poi, una volta a casa, di essere in grado di preparare la sfoglia per il loro piacere e per il piacere dei loro amici e familiari

La nostra tradizione della pasta fresca al mattarello è un valore della nostra cultura di cui fare tesoro e che non possiamo perdere.

I nostri corsi si tengono a Bologna capitale della pasta all’uovo tirata al mattarello.

Lascia un commento

Chiudi il menu